Giorgio Campi


Giorgio Campi al Curs ed BulgnaiṡGiorgio Campi - Nd a Miln dal 1932, al s p trasfer con ttta la famajja a Bulggna quand l avva tr n sich, ads chl in pensin, l un pota bulgnaiṡ. L un stl chl arcrda un pc Raffaello Baldini, pota rumagnl ed Santarcnżel chl mrt dal 2005, e prpi st n l quall chai vgn fra al prmm lber, pn ed sprit e irun mo anc ed lrgna e tristazza, ed Campi (Al sumarnaz, Bulggna : Giraldi 2005). Al secnnd (Baci da caf, Bulggna : Tinarelli 2008) l bl cunpgna al prmm e in pi l scrtt int l'Urtugraf Lesicogrfica Mudrna, e p ai vgn fra al trz dal 2012, F pr snpr al t nmmer! - Nato a Milano nel 1932, si poi trasferito con tutta la famiglia a Bologna allet di tre anni per cui, adesso che in pensione, un poeta bolognese. Il suo stile ricorda un po Raffaello Baldini, poeta di Santarcangelo di Romagna scomparso nel 2005, proprio lanno in cui uscito il primo libro di Campi, pieno di spirito e ironia ma anche di malinconia e tristezza (Al sumarnaz, Bologna : Giraldi 2005). Il secondo (Baci da caf, Bologna : Tinarelli 2008) bello quanto il primo, e in pi scritto nell'Ortografia Lessicografica Moderna, poi nel 2012 uscito il terzo, F pr snpr al t nmmer!

 

Giorgio Campi al Curs ed Bulgnaiṡ 2007
Giorgio Campi al Corso di Bolognese 2007

 

Giorgio Campi, F pr snper al t nmmer. 130 poeṡ in dialtt bulgnaiṡ, Bologna : Pendragon 2012, ISBN 978-8865981658, prezzo: 15 euro, con un CD allegato

F pr snpr al t nmmer! A n avven gnanc ft in tnp a fr la recensin dal lber "Urazin al Sgnur, ala Madna, ai Sant" che Pendragon, ciam par schrz "l editur ufizil dal dialtt bulgnaiṡ" (mo ed ste ps an sr pi mgga tant un schrz), l publich un ter vulmm. Stavlta as trta ed 130 poeṡ ed Giorgio Campi, un autur ch'l a quall di s tr lber. Defti, l avva tach con Al sumarnaz e p l ra and d lng con Baci da caf, stanp da di tr editr, ch'i ren prpi belssum, sich Al St Bulgnaiṡ al l avva incurag col su recensin, parch ai ra d avṡ ch'ai fss vgn fra un parsung' inpurtnt dla leteratra bulgnaiṡa. Ads l' una fsta psair dr che al nster Giurgn al n fta un'tra dl su, anzi cum al dṡ al tttol int la copertna, "l ft al s nmmer"! Par finr, du parl s l'urtugraf: al secnnd vulmm l ra ble st mss int l'Urtugraf Lesicogrfica Mudrna da Gign Lvra mo, pr un bli dl editur d alura, i tttol i rn avanz int al md ed scrver vc', adruv int al prmm vulmm (ch'la s capva, mo la n tgnva dr a incinni raiguel). Ads fenalmnt, grzie al ajt d mos Lli, ttt ste trz lber l int l'urtugraf gissta e, cum l ble dtt n di prmm letr: "Che guazn lżer stl bli poe scrtti cum v!". Un'tra bla surpraia l al CD alegh, con 62 poe lti dal autur. Grzie a ttt: Canpi, Lli e Pendragon!

Avevamo appena recensito il libro "Urazin al Sgnur, ala Madna, ai Sant" che Pendragon, soprannominato scherzosamente "l'editore ufficiale del dialetto bolognese" (ma di questo passo non sar pi tanto uno scherzo), ha pubblicato un altro volume. Stavolta si tratta di 130 poesie di Giorgio Campi, un autore arrivato alla terza raccolta. Aveva infatti cominciato con Al sumarnaz e continuato con Baci da caf, per i tipi di altri editori: due lavori bellissimi, che avevano indotto Il Sito Bolognese a incoraggiarlo tramite recensioni positive, ritenendo che fosse emerso un personaggio importante della cultura bolognese. Adesso un lieto evento poter annunciare un altro exploit dell'autore, il quale, come dice il titolo in copertina, "ha fatto il suo numero"! Per finire, due parole sull'ortografia: il secondo volume era gi stato messo nell'Ortografia Lessicografica Moderna da Luigi Lepri ma, per una svista dell'editore di allora, i titoli erano rimasti nel vecchio sistema grafico, quello usato nel primo volume e che era comprensibile ma non seguiva praticamente regole. Adesso, finalmente, grazie all'aiuto di Amos Lelli, l'intero terzo libro scritto correttamente e, come ha gi commentato uno dei primi lettori: "Che piacere leggere queste belle poesie scritte bene!". Un'altra bella sorpresa il CD allegato, con 62 poesie lette dall'autore. Grazie a tutti: Campi, Lelli e Pendragon!

Giorgio Campi, Baci da caf. Poesie in dialetto bolognese, Bologna : Tinarelli 2008, ISBN 978-88-96127-06-3

Baci da caf, al secnnd lber ed Giorgio Campi

Quand, dal 2005, ai vns fra al prmm lber ed Giorgio Campi, Al sumarnaz, n a scrivnn ch'an psva bra manchr int una bibliotca bulgnaia cum v "e grzie ala s sustanza e ala s furma al s f anc pardunr lurtugraf un p fta a s md [...]. Frza Żrż, che st ter lber al sr bl cme quasst mo magarado int lurtugraf lesicogrfica!". Defti a i sn: grzie al ajt ed Gign Lvra, ch'l ft anc una bla introduzin e la nta sura l'urtugraf, quall di d lber ed Giorgio Campi l scrtt cunpgna ste St, e l un gudil par la vssta, in pi che pr al gsst potic. S, parch al nster Żrż l ft znter un'tra vlta con ste Baci da caf (al tttol al riprnnd nna dl poeṡ, mo anc l'ida generl che, a str al mnnd, ai vl dl'irun e p anc dla paznzia, par ttti l stranpalar che n l da snter da chi ter). Anc stavlta l su poe li an un stl chl arcrda Raffaello Baldini, pota rumagnl ed Santarcnżel, cum al d anc Gign Lvra int la s introduzin, mo li n anc vri, pr eṡnpi ai n socuanti ch'l fan pinsr a un lmmeric (o "limercc", cum al dṡ Sandrn Sarmng) pi lng dal nurml.

Quando nel 2005, usc il primo libro di Giorgio Campi, Al sumarnaz, noi scrivemmo che non poteva mancare in una biblioteca bolognese coi fiocchi e "grazie a sostanza e forma, si fa perdonare anche lortografia un po casalinga [...]. Forza Giorgio, il prossimo libro, bello come questo, magari sar nellortografia lessicografica!". E cos stato: grazie all'aiuto di Luigi Lepri, che ha anche preparato una bella introduzione e la nota sull'ortografia, il secondo libro di Giorgio Campi scritto come questo Sito, diventando un piacere per la vista, oltre che per il gusto poetico. Infatti, il nostro Giorgio ha fatto di nuovo centro con questo Baci da caf ("Chiacchiere da bar", che il titolo di una delle poesie, ma serve anche a veicolare l'idea di fondo che, per vivere, serva molta ironia e anche pazienza, per ascoltare tutte le stupidaggini di certi altri...). Anche stavolta le sue poesie hanno uno stile che ricorda Raffaello Baldini, poeta romagnolo di Santarcangelo, come specifica lo stesso Luigi Lepri nella sua introduzione, ma c' una bella variet, ad esempio alcuni pezzi fanno pensare a un limerick prolungato a dismisura.

Socuanti poeṡ tlti da ste lber - Alcune poesie tratte dal libro

Mcio

- Parch vt in gr col gt in brz?
- Parch l an vl brṡa caminr.
- Parch alura t an al ls a c?
- Parch in c da par l al n i vl brṡa str.
- E parch alura t an al d da badr?
- Parch l un gt ch'al n mgga tant binnd,
i furastr al n i pl brṡa supurtr.
t fin o t qul ter da dmandr.
- Scṡum bn tant, a n vlva mgga dsturbr...
- Cap mcio,
st m bunn che ads al s lsa andr.

 

Cunfidnza

Al m gt al d pca cunfidnza,
i furastr p ai gurda ml;
anc con m dl vlt l un md ed fr
ch'am f quṡi incazr

parch, se l an n brṡa vjja
e magra l anc ble magn,
al cipa l ss e bl bl al s n in v fra,
che t puvrn t un bl da ciamr.

Al trapln

Pirn al camarr dal ristornt
al m cunt che la poliz
l' truv una c d apuntamnt
int una stanzia sura l'ustar.

Bla nutzzia da purtr in gr,
mo s'i al san anc i can
ch'ai ra un trapln int l'ustar,
a n cardr mgga ed ṡbalurdr.

Gurda ch'a n sn mgga nd ajr,
a l savv da quant n int la m prta
di trapln a i n avn d o tr?

Quant al caṡn in vatta al'ustar,
vt ch'a t al dgga cum al v a finr?
I l avrren, i al sren, e i al turnen a avrr.
Ch'i fan p acs par fr dla confuṡin.

Se n che caṡn l? Fm bn capr.

 

Fr ala Ptria

Al inzzi dla gura
quand i vgnnn fra con la nuvit
dla rba ed fr da dr ala Ptria,
m a n avva gnnte da purtr;

e sicmm i m cunpgn
i purtven ttt qul,
a dezid ed purtr una pgnta,
d cucr, du furzn e un tegamn.

Apanna m mder la dscruv
che la pgnta l'ra spar,
la scap a scla e la piant un can
che i militr i i dnn indr la pgnta
i cucr, l furzn e al tegamn;

che m mder l'ra bna cmm al pan,
anzi cmm un pann,
bsta lasri str i s tegm,
i cucr, l furzn e i tegamn.

Bast

t mi frecuent un can bast?

M a in cgnus n pas la gura,
al sr st al quarantast o l quarantt.

Par quall ch'a ps dr m,
l un md ed fr ch'al pr un ucart;
mo par frza puvrn, l acs bs,
as pl dr ch'l al cunpls dal bast.

Mo al qul pi grv ch'ai psss capitr
ch'l p anc un fastdi corporl,
l cal md ed sfarghr
al pistuln par tra ttt al d.

E t t rdd?
Am piaṡrv ch'at capitss a t.

Ritrt

E dpp a dṡ mind
ch'avven ft cgnusnza
la s ignuranza,
frvida, radich, snza speranza,

l'avva travalich in abundanza,
i lmmit, in verit,
abastanza limit
dla m toleranza.

Giorgio Campi con Dagnl Vitli al Curs ed Bulgnaiṡ

Giorgio Campi con Dagnl Vitli al Curs ed Bulgnai 2007
Giorgio Campi con Daniele Vitali al Corso di Bolognese 2007


Giorgio Campi, Al sumarnaz. Poesie in dialetto bolognese, Bologna : Giraldi 2005; ISBN 8889435321

Mo che sumarnz chl  l men!

Dal 2005, Giorgio Campi l publich al s prmm lber: l un volumtt cinuln, con sul 144 pgin, mo in scadagnnna ai una bla poeṡila murdnta in bulgnaiṡ, e as pl dr che, nonostnt al stl ttt personl e intimsstic, Campi al fga dla crttica sozil: s parch, in pi ed dscrrer dla vtta e dla mrt tulndesla anc con nster Sgnur, l dedich n di s pz anc al Presidnt dal Cunslli, untra ai bunbardamnt americn, es al dscrr dl men in generl, chl apnt cal sumarnz chas dṡ int al tttol. A nuter as d avṡ che ste libartn żl an psa brṡa manchr int una bibliotca bulgnaiṡa cum v, e grzie ala s sustanza e ala s furma al s f anc pardunr lurtugraf un p fta a s md e socuanti parl invent (pr eṡnpi *matacchin). Frza Żrż, che st ter lber al sr bl cme quasst mo magarado int lurtugraf lesicogrfica!

Nel 2005, Giorgio Campi ha pubblicato il suo primo libro: un volumetto di sole 144 pagine, ma ciascuna reca un bel componimento salace in bolognese e si pu dire che, nonostante lo stile individuale e intimistico, Campi faccia anche della critica sociale: s perch, oltre a parlare della vita e della morte prendendosela anche con nostro Signore, ha dedicato uno dei pezzi al Presidente del Consiglio, unaltra ai bombardamenti americani, e in generale tratta delluomo, giustappunto quellasinaccio cui si allude nel titolo. A noi pare che questo libretto giallo non possa mancare in una biblioteca bolognese coi fiocchi e, grazie a sostanza e forma, si fa perdonare anche lortografia un po casalinga e qualche parola inventata (come *matacchin). Forza Giorgio, il prossimo libro, bello come questo, magari sar nellortografia lessicografica!

Socuanti poeṡ tlti da ste lber - Alcune poesie tratte dal libro

Serenit

A stn dli ur a sder fianc a fianc,
snza mi avrr bcca incin di d,
m a pns ai m ft, l al pnsa ai s.

Intnt al zl l snper pi turchn
l farav
ṅni l fan un gran caṡn
i rundann i ṡvrslen come mt,

m a sn cuntnt, l l sudisft,
csa vlv m de pi da un men
e da un gt.

Sistma universl

L la mrt chla mantn
al sistma universl
int un bl ecuilbbri regolr,
mo par frza,
pr gni strla chla s inpjja
ai n untra chla se ṡmrza.
Pnsa che gui
san s murss mi;
pnsa al zl che caṡn
san fss mi mrt ne un palpastrl
ne un pasarn.

Bunbardr

I americn felz e cuntnt
i an dsft mż mnnd coi s bunbardamnt.

E con quasst, csai da protestr?
Ognn l i s baln particolr.

A t pr eṡnpi: at piṡ d andr al mr?
A lur ai piṡ d andr a bunbardr!


 Ala prmma pgina
V s