Lżer e scrver in bulgnai
Leggere e scrivere in bolognese


Al tttol ed sta pgina l anc al nmm dla rubrca tgn da Daniele Vitali int La Pgina dal Dialtt, spzi dialetl cur da Sandro Sermenghi int la rivssta Laboratorio di parole in poesia - Stra l dmmber dal 2001 e al prinzppi dal 2002, ai vgn fra sta srie d pinsr sura al sns e al md ed scrver in bulgnai al d d inc. A i publicn qu, spernd chi psen interesr ai nster viitadr - Il titolo di questa pagina anche il nome della rubrica tenuta da Daniele Vitali ne La Pgina dal Dialtt, spazio dialettale curato da Sandro Sermenghi per la rivista Laboratorio di parole in poesia. Fra il dicembre del 2001 e linizio del 2002, uscita questa serie di riflessioni sul significato e le modalit dello scrivere in bolognese al giorno doggi. Le pubblichiamo qui, sperando che possano interessare i nostri visitatori

Lżer e scrver in bulgnai (1)

N 9, dicembre 2001

Io non son buona di scrivere i geroglifici mi disse vari anni fa una simpatica signora di Bazzano per spiegarmi perch non leggeva le poesie scritte nel suo dialetto, che pure conosceva benissimo. In effetti labitudine allitaliano, assai avaro di segni diacritici, pu far sembrare strani certi testi ricchi di accenti circonflessi, puntini e pallini. Mo un puctn, ginel pr, l anc na scṡa!

Infatti, esiste una scrittura divulgativa per il bolognese e i dialetti a lui affini, come quello di Bazzano: ideato da Alberto Menarini, prevede luso dei soli accenti acuto () e grave (`) e delle lettere col puntino , ż e 1, per distinguere fra loro parole come cusn cuscino e cuṡn cugino, oppure znr cenare e żnr gennaio. Il puntino sulla n poi molto importante, per rendere la pronuncia tipicamente cittadina di galṅna, lṅna gallina, luna, ma chi scriva nei dialetti della bassa o della montagna non ne ha bisogno. Ecco tutto, non sembra molto difficile, vero?

Il bolognese si pu anche rendere con la scrittura lessicografica: si tratta di un sistema sviluppatosi sul filo dei dizionari bolognesi di Ungarelli (1901), Mainoldi (1967) e Vitali-Lepri (pubblicato da Vallardi nel 1999, la seconda edizione del 2000), e prevede laccento circonflesso (mder, nv, mietere, nuovo, uva), il pallino sulla a (dpp, rss, bn dopo, rosso, buono) e la dieresi sempre su (bn bene), oltre naturalmente ai gi visti , ż e . Il suo uso nei dizionari dovuto alla necessit di rendere esattamente i suoni del nostro dialetto, in modo che non soltanto chi gi lo parla correntemente, ma anche chi cresciuto in italiano e chi viene da fuori possa sapere esattamente come si pronunciano le varie parole. Lortografia lessicografica cio stata pensata per fini scientifici, quella divulgativa per fini letterari, saggistici ecc.

Eppure, dopo la pubblicazione del dizionario Vitali-Lepri, si assistito a un fenomeno interessante: sfatando tutti i miti per cui i geroglifici sarebbero una complicazione che allontana il lettore non iniziato, diversi autori hanno cominciato a utilizzare lortografia lessicografica anche laddove finora si era tentato di semplificare: chi ha la fortuna di ricevere la vacamata noter che lanonimo autore sta pian piano convertendovi il proprio modo di scrivere, constatazione che potr fare anche il grande pubblico seguendo D bn s, fantṡma!, rubrica di Gign Lvra pubblicata ogni domenica sul quotidiano La Repubblica, dove sono apparsi i circonflessi. Lo stesso ha fatto Sandro Sermenghi nelle sue poesie, e lesempio ha superato le mura cittadine arrivando a Budrio, dove in unortografia ormai praticamente coincidente a quella del dizionario vengono pubblicati i Quaderni per il dialetto.

Scrive il curatore della serie, Tiziano Casella, nel numero 3: nel dialetto scritto si incontrano spesso accenti un poco particolari (gli esperti di dialetto li chiamano segni diacritici). Mettere sulle parole questi segni non deriva dalla volont esibizionistica di chi scrive o cura un testo [...]. La presenza di questi segni o accenti importante e di buon aiuto per chi non ha dimestichezza con la lettura del dialetto. I segni e gli accenti costituiscono una specie di guida, di sostegno nei momenti di incertezza sulla pronuncia di una parola e sulla sua conseguente comprensione. Parole cui sottoscrivo pienamente, e che sono tanto pi benvenute in quanto vengono da chi scrive in un dialetto, quello di Budrio, affine al bolognese ma con una diversa distribuzione di alcuni suoni. Ebbene, sullesempio di bn, i Quaderni giustamente scrivono anche pnza, tnt e avnza pancia, tanto, avanza, poich cos, con una che tende ad e, si pronunciano in budriese quelle parole (a Bologna citt si dice panza, tant e avanza). Cmm dr: i dialtt i canbiarn anc un pc, mo da n a cl ter as pl scrver snper con un alfabt sul, che infatti uno dei princpi di base dellortografia lessicografica!1

Resta un solo problema: dove procurarsi le lettere col puntino, che non si trovano facilmente nei normali computer? Niente di pi semplice, basta andare al St Bulgnai, indirizzo http://beam.to/bulgnais2, per scaricare il font Manna, da caricare poi sul proprio computer per scrivere come si vuole.

Concludo questa breve chiacchierata dando nuovamente la parola a Tiziano Casella: Credetemi: facile leggere il dialetto: per leggere linglese occorrono settimane di studio, par lżar al dialtt, prmma un p ala mi e p pulidn, occorre qualche ora; se lo si parla gi correntemente, ancora meno!

E allora... perch non leggerlo, scriverlo, impararlo, insegnarlo? Da oggi lortografia non pi un problema!

1 A publicn qu con gran piaṡair un mesg ed Tizin Caṡla a Dagnl Vitli - Pubblichiamo qui con vero piacere un messaggio di Tiziano Casella a Daniele Vitali: (15.05.2002) Nota tecnica: dalle frasi scritte dagli allievi di Bologna ho avuto la conferma che la grafia che utilizzo identica alla loro, cio a quella del vostro corso, pur nella limitata diversit lessicale tra il budriese e il bolognese; la base teorica la stessa, ma avrebbero forse potuto esserci delle differenze applicative, che invece non ho riscontrato... e questa per me una notevole soddisfazione!!! Anc par nuter - Anche per noi!
2 Intnt, naturalmnt, l indirzz l canbi: ads l www.bulgnais.com - Intanto, naturalmente, lindirizzo cambiato: adesso www.bulgnais.com - Biṡggna anc ażuntr che intnt ai vgn fra dli tri manr par scrver i puntn, guard m int la pgina www.bulgnais.com/font.html! - Va anche aggiunto che nel frattempo sono emersi nuovi modi di scrivere i puntini, cfr. la pagina www.bulgnais.com/font.html!

Lżer e scrver in bulgnai (2)

N 10, gennaio 2002

La volta scorsa abbiamo parlato del St Bulgnai (www.bulgnais.com), portale al mondo del bolognese su Internet. Si tratta di un sito, entrato in rete nel settembre 1999, pieno di notizie e materiale per chi sinteressa al nostro amato dialtt bulgnai nella sua accezione pi larga, compresi cio il dialetto cittadino e tutti gli altri: della campagna, della montagna, della collina ecc.

Cliccando sui vari ligm (i link) si possono leggere poesia e prosa della letteratura bolognese, i testi delle canzoni di Quinto Ferrari o Fausto Carpani (che si possono anche sentire!), notizie storiche su vari personaggi della Bologna di una volta, ecc. Non manca una pagina sulla tutela del bolognese, al quale occorre assicurare anche un futuro oltre che celebrarne il passato, e vi anche una trattazione della fonetica e della grafia dialettali.

Lintero Sito comunque in un certo senso dedicato allortografia lessicografica del bolognese: i testi sono tutti bilingui, in rosso per il bulgnai e in verde per litaliano, e questa applicazione pratica del dialetto e della sua ortografia permette a tutti i visitatori di vedere come si scrive.

Entrando nella pagina iniziale, uno dei primi link porta ai caratteri Manna, studiati apposta per il bolognese: potete scaricarli da Internet senza fatica e, una volta installati nel vostro computer, potrete scrivere anche voi le lettere coi puntini , ż e maiuscole e minuscole! Nessun problema per gli altri segni, che anche senza i caratteri Manna si possono ottenere da qualunque tastiera, ad es. tenendo premuto il tasto ALT e digitando nel tastierino di destra il codice 0228; nel caso di il codice 0229. Tutti questi codici si trovano facilmente nel computer: basta cercare, nel Men Avvio, la voce Accessori e da l la Mappa Caratteri: cos anche voi potrete battere , , , , , , ecc. Facendo delle macro, potrete poi assegnare ai vostri segni speciali una combinazione di tasti pi semplice, senza bisogno di ricordare i codici del tastierino.

Buona scrittura!

Lżer e scrver in bulgnai (3)

N 11, febrr dal 2002

Chro ttt i m letr, quall chpga l li, osa in ste ch che qu al nstr amg Sandrn Sermenghi, al m dtt che vuter a s ble prnti par lżer un p d bulgnai scrtt con lurtugraf lesicogrfica, sich andn pr d lng con la nstra ciacar, mo stavlta in dialtt.

Dnca, int i nmmer n e d dla m rubrca ai dichiar che scrver in bulgnai l un qul fzil e divartnt, e che coi carter Manna, chi s plen dscarghr dala pgina apsta dal St Bulgnai, as pl anc adruvr ttt i puntn e i baln cum v. Stavlta invzi am piarv ed dr unuc al cuntgn, cmm dr a quall cha se scrv in bulgnai. Vuter cha s di pota a sav ble che int al dialtt spetacolu dla nstra zit as pl scrver dl gran bli poe. Frsi per quelcdn an s bra chai ble st dl prv ed scrver anc dla pra: al tentatv a dr vaira fn ads l st n sul, mo puras inpurtnt. Avv prent Gaetano Marchetti, dtt anc l Umarn dal Pvver, al nn dla Famajja Bulgnaia (scum, m a scrv acs piotst che andr dr al nmm ufizil, Famja Bulgnisa, chl cmm as prununziva quand i ranc i purtven la pircca!)? Bn, ste sgnuri pn ed ghrb e manra l scrtt, tacnd dal 1968, un zrt nmmer ed lber con di racnt sura la Bulggna d na vlta: int i s quter tttol (Ai tnp dal pver Scarabl, Quand la cmandva la Carmaila, La srva ed Żboli e Cal facuajni d Evaristo) l dimustr ed savair cuntr dl stri interesanti e, spassi vlt, divartnti, int un dialtt natt e snza trpi parl nvi pchi ttili. Di enpi ed sti scrtt prezi i s plen catr ala pgina dla pra dal St Bulgnai (tant par canbir). L indirzz l quasst: www.bulgnais.com/prosa.html.

Mo srbla, a dir vuter, e ste Dagnl Vitl che qu ads as prupnn ed mttres a fr dla pra? Mo al n mgga un qul da ttt scrver di lber e p anc catr un editur chal i pbblica! I ja ciap? N avv bra dtt quasst? Frsi s, e alura a v spig mi. Dnca: prmma de ttt secnnd m l pi fzil scrver dla pra che dla poe. Ai n d qu chi an un gran bzz pr l rmm, e d qu invzi che, zarcnd ed cantr l blazz dla natra o l profondit dla s nma, i fan sul di vrs (int al sns ed ri), pr enpi m. E p ai dla żnt che magra fn ads i an ft sul dla poe parch i n avven mi pins ala pra e che magra, si vlssen pruvr, i prnn fr di cheplavr. Anc parch pra an vl mgga dr sul fr di lber: as pl scrver di racnt crt o anc curtssum, e quelcdn dispst a publichri al i . Pr enpi, avv prent LA VACAMATA, cal giurnaln satrric chal vn fra ttt i m e cha n savven bra chi s fss l autur? cco, fenalmnt al culpvvel (as f par dr, parch LA VACAMATA a m la m pi prpi dimnndi) l vgn fra: l Fusto Carpn. B insmma, in sta nstra ciacar l pi inpurtnt dr che Fusto int al s giurnaln l ble publich di racnt in pra, bra sul i s, mo anc d tra żnt. E quassta l una posibilit. La secnnda (tant par turnr a canbir) l al slit St Bulgnai, chal sr cuntintssum ed mtter i vster (b) lavurr int la GTM (cio al World Wide Web: avv vsst che i indirzz dlInternet i tchen scui snper con www? Al vl dr prpi quall l, Gran Tlar Mundil!).

Untra ida la srv qualla ed trader di cheplavr dla leteratra mondil: in bulgnai ai ble la Divna Cumdia, La Gerusalmme Liberata, LOrlando Furioso etectera, ttti ver in poe, mo Quall chcmanda i An ed Tolkien, I Pver Dgrazi ed Victor Hugo o Al Zarcc ed Dostoevskij i n anc l chi aspten. I n di vulmm lng, mo a ps tachr con un capttol chav pi particolarmnt par vdder cum la v, e p mandrel al St Bulgnai.

cco, ai fin ed bacajr par stavlta, sinchen quall chpga l li al finss l incister e la chrta e p, in pi dl li, al n um pga gnanc al bichr ed tarzanl chal m inprumss sa scrivva qul par l! Prmma ed salutruv e ed drv arvddres a st ter mai, per, las cha v dga i indirzz par mandr v al frt dla vstra ativit leterria: par LA VACAMATA1: Fausto Carpani, Via Emilia Ponente 21, 40133 Bulggna. Pr al St Bulgnai, invzi, a ps scrver a st indirzz ed psta letrnica: [scrivs - scriveteci!] A v salt, e arcurdv: scriv!!!

1 Ads La vacamata la s cima Al Pnt dla Binnda, mo l indirzz l snper quall - Adesso La vacamata si chiama Il Ponte della Bionda, ma lindirizzo non cambiato.

Lżer e scrver in bulgnai (4)

N 12, mrz dal 2002

Chro ttt i m letr, par ste mai a vg ed lng a bacajr vsc in bulgnai, per al slit padrunz Sandrn al m dmand ed fr anc una versin itaglina ed stl raig, acs se quelcdn al la vl bsta chal la dmanda a l.

Fn ads avn dscurs ed cum as prv pruder dla leteratra bulgnaia: per par scrver bn biggna anc lżer dimnndi, cgnsser chi tr autr, acs n al pl fr di parangn con quall chl scrtt l e giudichrel in manra crttica e realsstica. M a sn sicr che vuter, cha s di pota, in c ar ttta una gran librar pna ed ttti li ver dla poe mundil, con Dante, Petrarca, Boccaccio, Ariosto, Tasso, Leopardi, Montale e sojam, p Goethe, Shakespeare, Baudelaire e v ed ste ps. Gissta? Per, avv mi pins ed dedichr un scafalinn dla vstra bibliotca anc ala poe emiglina e rumagnla? A savn ttt che in Rumgna ai st e ai anc inc di pota chi s fan dr dal v: Aldo Spallicci, Tonino Guerra, Raffaello Baldini, Gianni Fucci, Giuseppe Bellosi etectera. Benssum. E Bulggna cum la mssa? Anc Bulggna, sa vl al m parair, la s f ler al pail: snza andr trp luntn con Giulio Cesare Croce, par dr un qulc nmm d autr d ads a psn numinr Gastone Vandelli, Mario Mandreoli (Pastrn) e Adriana Pallotti, pr andr indr ed socunt n ai Luciano Atti e anc Quinto Ferri, pi cgnus pr l su canzuntt. E biggna dr che dimnndi autr pi cgnus pr avair ft dli tri c, come Gign Lvra, Fusto Carpn, Gaetano Marchetti eteztera i scrven anc dl gran bli poe. Insmma, da lżer ai n dimnndi, ed qu chai dtt mo anc di ter chai dscurd ed dr ads, e chi s atrven int al slit St Bulgnai ala pgina dla leteratra. Anc l frsi ai amanca dla żnt, e qu chi fan al St i sran cuntnt sa i mandar dl poe da publichr.

M a v cunsi ed prdruv in cl pgin, ed gustr cl rmm, ed snter cum i n savur i dscrs e l parl ed chi autr, ed rnndruv cnt che as pl dr incsa anc in bulgnai, e che dl vlt as pl drel mi che in itaglin, sas padrn di mż espresv dal nster dialtt.

E qu arivn a un ter pnt inpurtnt: quand a se scrv l inpurtnt cgnsser chi tr autr, bra sul pr al piaair ed psairi lżer, mo anc par mtter la s vra int al cuntst dla pruduzin chai st fn ads, par mtters int al sulc se n l sudisft di riultt ed chi ter, opr pr arnuvr sal pnsa chas pl dr qul ed nv con sta nstra lngua tante bla e tant antga. Ai scrtt arnuvr con pi incister parch a cradd che as prv andr ed lng col vilpp dla nstra poe, scrivnd di qu nv pr al s cuntgn. Vuter cusin pinsv?

Frsi quall cha pins l che m, cha n scrv bra dl poe, arv sul da str ztt in pst ed dr a chi ter cusi arnn da fr, mo csa vlv mi? Prmma de ttt a m da guadagnr cal famu tarzanl cha gven lltma vlta, e p come ttt i crttic m a n scrv bra mo a dgg la m sura quall chi scrven chi ter. Parch a m ed lżr i vster qu am pi dimnndi!

  Cari lettori, anche questo mese continuo la nostra chiacchierata in bolognese, per il redattore Sandro Sermenghi mi ha chiesto di fare anche la versione italiana di queste righe: chi la desiderasse pu rivolgersi a lui.

Fino ad ora abbiamo parlato di come produrre letteratura in bolognese: per, per scrivere bene, bisogna anche leggere molto, conoscere gli altri autori, insomma, avere dei parametri per fare dei confronti e giudicare la propria produzione in modo critico e realistico. Sono sicuro che voi, cari i miei poeti, a casa avrete una gran libreria con tutte le opere della poesia mondiale: Dante, Petrarca, Boccaccio, Ariosto, Tasso, Leopardi, Montale e tutti gli altri, e poi Goethe, Shakespeare, Baudelaire e cos via. Dico bene? Per, avete mai pensato a dedicare uno scaffale della vostra biblioteca anche alla poesia emiliano-romagnola? Sappiamo tutti che la Romagna ha avuto e ha poeti di grande levatura: Aldo Spallicci, Tonino Guerra, Raffaello Baldini, Gianni Fucci, Giuseppe Bellosi eccetera. Benissimo. E Bologna? Anche Bologna, a mio parere, fa la sua figura: senza andare troppo in l nel tempo richiamando Giulio Cesare Croce, per indicare qualche autore odierno possiamo menzionare Gastone Vandelli, Mario Mandreoli (Pastrn) e Adriana Pallotti, per tornare indietro di qualche anno ci sono Luciano Atti e anche Quinto Ferrari, pi conosciuto per le canzoni. E va detto che molti autori noti soprattutto per aver fatto altre cose, come Luigi Lepri, Fausto Carpani, Gaetano Marchetti ecc., scrivono anche ottimi versi. Insomma, da leggere c tanto, degli autori citati e di altri tralasciati in questa sede, reperibili in generale al solito Sito Bolognese alla pagina della letteratura. Anche l forse ci sono delle mancanze, e i gestori del Sito saranno ben contenti se gli manderete delle poesie da pubblicare.

Vi consiglio di perdervi in quelle pagine, di assaporarne i versi, di sentire come sono gustosi il periodare e le parole degli autori, di rendervi conto di come si possa dire tutto anche in bolognese, e che a volte si pu anche dirlo meglio che in italiano, se si possiedono interamente i mezzi espressivi del nostro dialetto.

E qui arriviamo a un altro punto importante: quando si scrive importante conoscere gli altri autori, non solo per il piacere di leggerli, ma anche per mettere la propria opera nel contesto della produzione precedente, per inserirsi nello stesso solco se si soddisfatti dei risultati altrui, oppure per rinnovare se si pensa che sia possibile dire qualcosa di nuovo con questa nostra lingua tanto bella e antica. Ho scritto rinnovare in grassetto perch credo che si potrebbe portare avanti lo sviluppo della nostra poesia, scrivendo cose nuove dal punto di vista contenutistico. Cosa ne pensate voi?

Forse ne pensate che io, che non scrivo poesie, dovrei tacere anzich dirvi come agire, ma cosa volete? Anzitutto devo guadagnarmi quel famoso vinello annacquato di cui si parlava la volta scorsa, e poi, come tutti i critici, io non scrivo ma dico la mia su quel che scrivono gli altri. Perch leggere i vostri componimenti mi piace molto!

Lżer e scrver in bulgnai (5)

N 13, avrll dal 2002

A sn ble ariv a qualla dl znc punt, e ai vgn al mumnt ed dscrrer un pc dal teter bulgnai. Dli infurmazin s l nster teter i s plen catr, par la prmma, int al St Bulgnai (www.bulgnais.com/teatro.html), ala pgina dal teter, con dl nutzzi s l cunpagn e i grand atr d una vlta, come Lucchini, Lanzarini e v ed ste ps, un artccol ed Romano Danielli sura la stria dal teter, la fotograf d Alfredo Testoni, eteztera.

Testoni, cum as s, l st l autur pi inpurtnt dal teter bulgnai, e defti ormi l un clsic mss in sna da ttti l cunpagn. Amg ed Carln Mi, chal rezitva anc par l, Testoni l scrtt una sfilar ed cumdi bulgnaii che fn a inc l pien dimnndi al pbblic d gni et. Con Il Cardinale Lambertini, in itaglin, al nstr autur al dvint famu in ttta lItglia, e Al Cardinl l rezit anc in di st in dvv i n san gnanc prununzir al nster sccmel cum v. A Bulggna ttt i n Al Cardinl al turna s l pelcsnic al teter Dehon, grzie ala cunpagn Teatro Aperto ed Guido Ferrarini, e la bla surpraia l che ttt i n ai pi bulgnai che l n prmma e manc che l n dpp. Mo l cunpagn li n una brza e, pr avair unida ed quall chl fan e dl pusibilit chai d andrli a vdder par pasr una bla serta in cunpagn, bsta guardr int al St e zarchr ala pgina di apuntamnt.

Al sul problma dal teter bulgnai d inc, pn ed cunpagn, ed żnt con dl entuium e dla gran vjja ed fr, l che ttt quant i pren atach a Testoni con la cla garavla. L vaira che l su cumdi li n bli, per apnt li n dl cumdi, e un teter conplt an f bra sul qualli: dl vlt, al f anc di pz trgic, sperimentl, etez. A dr vaira, ai una cunpagn chla prva ed fr ttt sti esperimnt: i n I Cumedint Bulgn ed Romano Danielli, che pr enpi, quand m ai ra un cinz, i fnn Al Mal Imażinri ed Molire, e l ra un gudil. St n, Danielli l scrtt un tst, ciam Tr in zmma ala Trr, chl st defin un sppi d ria nva, bn studi, mudren e atul. Al problma l che... a Bulggna l st ft una vlta ai Alemn e p stivo, anc sai ra al teter pn r! Quasst parch chi tr inpreri i l an giudich trp mudren.

M naturalmnt a capss i inpreri chi n vlen bra andr a rg con di qu che frsi i n arnn bra un gran sguit, per a m piarv anc ed savair cum as f a imażinr che sguit l ar un qul san s aprva gnanc a mtterl in sna una vlta. Al suzs d unvra teatrl l ft da una mccia ed particolr chi n n bra snper fzil da savair prmma, e n ed sti aspt l al pbblic: un pbblic chal capss ed teter, chal vl dl nuvit, chal f cgnsser i s gsst ai inpreri l un pbblic chl ar pi sudisfazin, chal pr vdder di qu nv e avair pi materil par pinsri in vatta (parch a teter, naturalmnt, an s i v bra sul e snper par gargnazr, mo anc par vdder dla crttica dla natra umna), e p anc chal dar dal curg a dla żnt con al talnt ed strulghr di tst nv. 

Da quall cha s m, a scrver di qu nv an i bra sul Danielli, mo anc di ter a(u)tr e regssta, come pr enpi Pierluigi Foschi, chl anc un buratinr dimnndi inpgn. E anc sura i buratn ai srv da fr un dscursn: al d d inc i pnsen ttt chi sppen un spetcuel da purtri i cnno. Bn, invzi Foschi e la s cunpagn, La Garisenda, i fan anc di spetcuel pr i grand, che naturalmnt an vl bra dr con dl dunni ndi, mo con di argumnt e un livl artsstic difarnt da qu dl rapreentazin pins pr i fangn.

E alura, chro ttt i m pota dal Laboratri, al m apl l quasst: and a vdder i spetcuel ed teter e buratn bulgn par tgnr s l cunpagn, magra pruv anc d entrri a fren prt e, anc mi, pruv bn ed scrver di tst mudren e uriginl, e a vdr che anc la cla garavla prmma o dpp la se dstca che, frsi, an srv gnanc un gran ml.

Lżer e scrver in bulgnai (6)

N 14, mż dal 2002

Chro ttt i m pota dal Laboratri, inc a v scrv par lltma punt dla m rubrca! A vi ringrazir Sandrn Sermenghi chl vl drum la pusibilit ed bacajr un puctn vsc e a spr che quall chai dtt al fss interesnt almnc un pc...

Par finr bn la nstra conversazin sura la leteratra bulgnaia a vlva pruvr ed vdder in che tp ed bulgnai as pl scrver di qu mudren e inovatv. Quand a dgg bulgnai naturalmnt a vi dr ttt i dialtt ed tp bulgnai, chi sppen quall dla zit, qu dla canpgna, dla muntgna eteztera, parch i n ttt bn d esprmmer i nster sentimnt, i nster pinsr, i afn, l pasin e, cum ai dtt in cli tri punt, al bulgnai e ttt chi ter dialtt dlEmgglia-Rumgna i prnn snza pra ser adruv par scrver di rumnż o par fr dal teter sperimentl, anzi frsi l prpi quasst al mumnt ed tachr: al, ttt dnanz al conpiter!

Ah, mo quajzzi, a dir vuter, con pi n al se dstca dala tradizin con pi l da mttr i p in di sintr chan cgnss bra, e ai al prguel ed pistr dl buz. E av ran, mo ste pinsr al n mi preocup i autr dla leteratra mundil: cum ai scrtt ai nmmer d e tr dla Rubrca Bulgnaia, cha ps lżer al slit St Bulgnai al indirzz www.bulgnais.com/rubrbul.html, Dante a un zrt mumnt al dezid ed scrver la Divna Cumdia in itaglin, una lngua che a cal tnp che l la n i ra bra! M l al n av mgga pra: as mit a scrver in fiurintn mo con na mccia ed parl latni, provenzli, setentrionli eteztera, e acs (pi o manc) ai nas l itaglin. In sta manra, Dante al tls in man al s dialtt e al le trasfurm int una lngua leterria. Vlv che col bulgnai an s psa bra fr prez? M a dgg ed s, l inpurtnt l avair qul da dr, p i problma espresv i s plen snper rislver, con dlssta e pinsandi puld.

Pr al bulgnai, ai una srie ed soluzin. Prmma d nna, as pl adruvr di arcaum, chal vl p dr tirr fra dai vocabolri vc dl parl vci che una vlta li ren nurmli mo p li n st dscanzl dal tnp e dalinflunza dl itaglin. Int una zrta manra as f acs quand as d giazarn invzi che frigurffer: as d un nmm vc, chl indichva una rba vcia e difarnta, anc se avna, a un qul nv, al frgo. As pl anc dr bat par pavimnt, nonostnt che al bat al fss un pavimnt snza piastrl. E ai chi d culazl in pst ed panuln. Adruvnd li rum dlirun e dla creativit as pl anc dr un nmm a tant qu che ads i s dn in itaglin, come laria condizionata, che in bulgnai la prv benssum arzvver al nmm ed supiadr frassc. Naturalmnt, sai biggn, as pl anc adatr dl parl itaglini o inglaii, e acs ai slta fra al dssc vulnt, al schrum, al conpiter, al cpp e v ed ste ps. Che p, chi l dtt che l parl inglaii i n s plen bra trader? V arcurdv dla punt nmmer tr dla nstra rubrca, chai scrtt Gran Tlar Mundil pr al World Wide Web? Vttal l un enpi ed quall chas pl fr col bulgnai, e che l itaglin fn ads al n bra ft. I gv Gigglia vuter? 

E acs, con di arcaum, di neologum, cunpgna stl du parl chai scrtt con pi incister (= in grassetto) e dl parl ed fra v (= forestierismi) a prnn pruvr ttt insmm ed scrver un rumnż ed fantasinza. A tc m:

Dai spurt dlastronv ttta pna ed l chla fva muln gażn l pr ria, scui cme un galavrn żignt int una zcca, ai vns fra un rż aler chal bianchiż la nt dal trancull pajai ed Dscargalen.

Al bsc al ciap fg, con dl sfiamar d un culur bivd fradd cme al fr e misteriu. Al fmm ed cl inzanndi artifizil al cruvva ttti l c dal pajai, sich dnca incin al vsst che, da una bffa d azr chai ra int al dedr dal dssc vulnt, ai vgnva ż una scalatta ed pir invibbil chlavva da ser al prmm p mss a tra dal erzit ed Mrt...

E p cum vla a finr? M a n al s bra, mo a sn sicr cha l sav vuter: frza dnca, scriv, f dl eerczzi col bulgnai mss int la pgina, e pruv ed mandr quall chai vn fra al St Bulgnai (scrivs - scriveteci!) o a LA VACAMATA (Fausto Carpani, C.P. 3179 Bologna Ponente, 40131 Bulggna), e a vdr che pian pian anc al bulgnai l ar, in pi d una gran bla poe, anc la s pra, al s teter e insmma, la s leteratra. Tersu!


Turna ala pgina dlurtugraf
V s
Ala prmma pgina